Assistenza SLA Residenziale – Centro Clinico San Vitaliano
Assistenza SLA Residenziale 2020-07-27T19:03:47+00:00

ASSISTENZA SLA RESIDENZIALE

Il Centro Clinico San Vitaliano è il primo centro nel Meridione specializzato nell’assistenza clinica e sanitaria alle persone affette da SLA e accreditato con il Sistema Sanitario Nazionale per n° 15 posti letto. Il trattamento palliativo della SLA richiede uno sforzo multidisciplinare coordinato (medico palliativista, medico specialista, psicologo, infermiere, fisioterapista, assistente sociale, assistente spirituale, operatori sociosanitari); un intreccio di cure finalizzate al controllo dei sintomi, al trattamento fisioterapico e soprattutto al supporto psicologico, sociale e spirituale sia della persona che dei suoi familiari.
Il nostro personale ha la capacità di sviluppare con i pazienti un forte rapporto empatico che consente di comprendere il carico emotivo di chi soffre e stabilire un canale di comunicazione più intimo; fattori estremamente importanti per riuscire ad essere davvero di aiuto e rendere più efficace il percorso terapeutico. Lo sanno bene gli operatori che quotidianamente si prendono cura dei pazienti. Lo sanno bene le famiglie che vedono in noi un rifugio sicuro in cui trovare conforto e sostegno. Per questo facciamo il possibile per migliorare la qualità della vita e riempire le giornate dei pazienti con grande rispetto, umanità e dedizione.

La giornata tipo di un paziente SLA

Al risveglio l’infermiere rileva i parametri vitali (Pa – SpO2 – Tc) e provvede alla somministrazione della terapia farmacologica.L’operatore somministra la colazione per bocca o tramite PEG (Gastrostomia Endoscopica Percutanea).Dopo l’igiene del paziente e la pulizia della stanza, il fisioterapista effettua la terapia respiratoria con l’In-Exsufflator e poi la riabilitazione motoria, a letto o nelle palestre di piano.Al termine delle terapie, l’operatore porterà il paziente in carrozzina a fare una passeggiata all’interno o all’esterno della struttura.Nel pomeriggio e prima della cena sono previste le diverse terapie motorie ed espressive.

Modalità di accesso

Con impegnativa del medico curante sulla quale dovrà essere riportata la dicitura “si richiede visita neurologica per ricovero in SLA” ed allegata la scheda di accesso.

  • Comprendiamo i sentimenti dei pazienti, il loro stato emotivo per sapere come comportarci.
  • Siamo persone, prima che medici. Il lato umano è la base della nostra professione.
  • Instauriamo un rapporto di confidenza e fiducia con i familiari.
  • Ascoltiamo e rassicuriamo i nostri ospiti senza illuderli, ma fornendo loro gli strumentiper affrontare la malattia nel modo migliore.
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Facebook